Cina, Pmi Hsbc novembre scivola a 48, minimo di 32 mesi

mercoledì 23 novembre 2011 08:57
 

PECHINO, 23 novembre (Reuters) - Il settore industriale cinese ha segnato a novembre la più ampia contrazione da 32 mesi per effetto della caduta degli ordini, alimentando le preoccupazione per una brusca frenata dell'economia cinese e i timori di una recessione globale.

L'indice flash Pmi Hsbc è infatti scivolato a 48 punti dai 51 di ottobre, un livello mai visto da marzo 2009.

La soglia di 50 demarca l'espansione dalla contrazione. L'ultima volta che l'indice Pmi è sceso sotto quota 50 è stato lo scorso settembre, quando si era attestato a 49,9.

Il dato evidenzia l'impatto che la debole crescita globale sta avendo anche sulla Cina e che ha messo in allarme i mercati, già scossi dalla crisi del debito della zona euro.

Rafforza inoltre le aspettative che Pechino possa spostare il focus delle sue politiche economiche dal sostegno selettivo di alcuni settori del sistema economico verso misure di più ampia portata come la riduzione dei requisiti di riserva delle banche a livello nazionale o l'introduzione di stimoli fiscali.

"Il peggio deve ancora arrivare", commenta Conita Hung, responsabile della ricerca azionaria di Delta Asia Financial Group. "Le società attive nei trasporti, export ma anche banche e finanza saranno colpite", aggiunge.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia