PUNTO 1 - Grecia, deficit 2012 a 5,4% Pil se via libera a swap

venerdì 18 novembre 2011 16:48
 

(aggiunge dettagli manovra)

ATENE, 18 novembre (Reuters) - La legge finanziaria greca per l'anno prossimo prevede una discesa del deficit a 5,4% del prodotto interno lordo in caso di adesione dei creditori all'offerta di swap sul debito pubblico.

In caso non si raggiunga il risultato dell'offerta di scambio, sempre l'anno prossimo il rapporto deficit/Pil dovrebbe risultare pari a 6,7%.

Lo si legge nella bozza finale del testo di legge trasmessa al parlamento.

Il testo preciso dell'offerta di scambio, uno dei punti chiave del programma di riduzione del debito elaborato da Unione europea e Fondo monetario internazionale, prevede di convertire 200 miliardi di euro di governativi esistenti in 70 miliardi di nuova carta e 30 miliardi di rimborsi in contante ai creditori che aderiranno allo swap.

Si tratterebbe per i portatori di obbligazioni di accettare una perdita di 50% del capitale.

Un fallimento dell'offerta di scambio limiterebbe la discesa del rapporto defici/Pil a 6,7% dal 9,0% atteso per quest'anno.

"Dopo un lungo periodo di regolare incremento, l'evoluzione del debito pubblico di invertirà" dice ai deputati il ministro delle Finanze Evangelos Venizelos.

"La traiettoria del debito pubblico è diventata discendente, in modo da alleggerire il fardello che pesa sulle spalle dei cittadini" aggiunge.   Continua...