Cina, crescita Pil rallenta in trim3 a +9,1%

martedì 18 ottobre 2011 09:10
 

PECHINO, 18 ottobre (Reuters) - Rallenta, seppur lievemente, la crescita cinese che nel terzo trimestre, che si attesta al 9,1% annuo, il dato meno forte dal secondo trimestre del 2009, a riflesso della stretta monetaria interna e del raffreddamento della domanda internazionale.

Si tratta della terza rilevazione consecutiva di rallentamento per la crescita dell'economia cinese. Le attese degli economisti indicavano una crescita del 9,2% dopo il 9,5% fatto segnare nel secondo trimestre.

"Il dato ha sorpreso negativamente il mercato, il terzo trimestre ha evidenziato segnali più chiari di una decelerazione, ma non vedo variazioni nella politica monetaria, magari qualche piccolo intervento ad hoc di stimolo, ma nessun cambiamento a livello generale" commenta l'economista di Standard Chartered Stephen Green.

Gli investimenti fissi - cuore dell'espansione cinese - si sono confermati su livelli di crescita robusta per tutti i primi tre trimestri del 2011, con un tasso annuale giunto al 24,9%, leggermente superiore alle attese.

Più 13,8% invece per la produzione industriale nel mese di settembre, dopo il 13,5% di agosto e contro attese per un +13,3%. Le vendite al dettaglio nel paese, sempre in settembre, hanno fatto segnare un incremento del 17,7%: in questo caso le previsioni erano per una conferma del +17,0% visto il mese precedente.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia