Confindustria costa troppo, va snellita - De Benedetti

martedì 11 ottobre 2011 16:50
 

MILANO , 11 ottobre (Reuters) - Confidustria è una istituzione che ha costi sproporzionati, va snellita e trasformata in un centro studi che dia indirizzi legati all'innovazione.

A dirlo è Carlo De Benedetti, a margine della conferenza stampa per presentare la cattedra sull'imprenditorialità che nascerà presso l'Università Bocconi a Milano, intitolata al padre Rodolfo, frutto di una donazione personale dell'ingegnere di 3 milioni di euro.

"Ho sempre pensato, anche quando ho fatto per otto anni il vicepresidente di Confindustria, che la Confindustria dovrebbe prima snellirsi moltissimo. Molto è stato fatto, molto di più si può fare: è un'organizzazione che ha un costo assolutamente sporporzionato a livello consolidato nazionale. Confidustria oggi costa più o meno 500 milioni di euro l'anno a livello nazionale: una cifra alla quale non corrisponde un ritorno sufficiente, soprattutto perché presenta duplicazioni assolutamente inutili", ha detto l'ingegnere.

De Benedetti ritiene, quindi, che Confindustria "dovrebbe essere sempre più un centro studi, un centro di indirizzo di politiche dell'innovazione, di politiche della ricerca, di politiche che si rivolgono al futuro del Paese non attraverso le infrastrutture, ma attraverso le persone".

"Analisi e promozioni di persone e indicazioni di quali sono le priorità di un Paese, secondo me, sono le vere missioni di una moderna Confidnustria", ha sottolineato.

Riguardo alla decisione di Fiat di uscire dall'associazione degli industriali, De Benedetti ha ribadito quanto già detto due giorni fa: "Credo che abbia poco a che vedere con dissensi sulle linee politiche della Confindustria, credo abbia a che vedere con lo spostamento di baricentro di interesse. Il baricentro di interesse della Fiat si sta spostando fuori dal baricentro italiano e come tale l'interesse ad appartenere a una organizzazione imprenditoriale italiana è calato. Credo che sia un errore".

Infine, no comment sull'identikit del successore di Emma Marcegaglia alla Confindustria. "Il nome del presidente dovrebbe essere coerente con quello che ho detto prima riguardo alla missione di Confindustria".

(Giancarlo Navach)

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129518, Reuters messaging: giancarlo.navach.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia