Zona euro, Pil trim3 +0,2%, trim4 +0,1% - Istat, Ifo e Insee

venerdì 7 ottobre 2011 16:32
 

ROMA, 7 ottobre (Reuters) - Dopo il forte rallentamento nel secondo trimestre, la crescita del Pil nell'area euro dovrebbe rimanere moderata e segnare un +0,2% nel terzo trimestre e un +0,1% fra ottobre e dicembre.

Lo si legge nello Euro zone economic outlook elaborato da Istat, dal tedesco Ifo e dal francese Insee.

"La perdita di slancio dell'economia è determinata da un rallentamento della domanda mondiale più forte di quanto atteso e da impulsi negativi che si autoalimentano tra i quali: l'acuirsi della crisi del debito sovrano, le turbolenze sui mercati finanziari e il conseguente peggioramento del clima di fiducia di famiglie e imprese. Il deteriorarsi delle aspettative rappresenta un ostacolo alla ripresa della domanda interna e internazionale. Si prevede che gli investimenti crescano moderatamente nei prossimi trimestri come risultato della debolezza dei fondamentali economici e delle difficoltà del mercato finanziario", dicono i tre istituti.

"La crescita dei consumi privati dovrebbe rimanere modesta nell'orizzonte di previsione, in un contesto di aumento del risparmio precauzionale e di crescita moderata dei redditi reali. Assumendo che nell'orizzonte di previsione il prezzo del Brent si stabilizzi a 110 dollari al barile e che il tasso di cambio dollaro/euro fluttui attorno a 1,37, il tasso di inflazione dovrebbe decelerare".

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224354, Reuters Messaging: paolo.biondi.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia