Usa, scendono richieste sussidi, Pil trim2 rivisto al rialzo

giovedì 29 settembre 2011 16:01
 

WASHINGTON, 29 settembre (Reuters) - Il numero di americani che hanno chiesto nuovi sussidi di disoccupazione è sceso la scorsa settimana a un minimo di cinque mesi, mentre l'economia nel secondo trimestre è cresciuta leggermente più di quanto precedentemente stimato, a indicare che una recessione non appare probabile. Le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione sono scese di 37.000 a un totale destagionalizzato di 391.000, secondo i dati del dipartimento del Lavoro, risultando ben al di sotto delle aspettative degli economisti pari a 420.000.

Su un altro fronte, il prodotto interno lordo è cresciuto al tasso annuo dell'1,3% nel secondo trimestre, come mostra la terza e ultima lettura del dipartimento del Commercio, contro l'1,0% stimato in precedenza.

Il dato riflette una spesa dei consumatori e una crescita delle esportazioni più forti di quanto previsto precedentemente.

I dati del Pil "suggeriscono che l'economia americana è entrata nel terzo trimestre in una posizione leggermente migliore. Questa notizia incoraggiante è stata rafforzata dal calo più forte del previsto delle richieste di sussidi, che ancora una volta solleva dubbi sulla probabilità che l'economia torni in recessione", commenta Joe Manimbo, analista senior di Travelex Global Payments a Washington.