Francia, rallenta crescita settore privato in settembre - Pmi

giovedì 22 settembre 2011 09:38
 

PARIGI, 22 settembre (Reuters) - Il settore privato francese è cresciuto in settembre al tasso più debole dai tempi dell'uscita del paese dalla recessione, nel 2009.

È quanto indica l'indagine Markit sui direttori d'acquisto, il cui indice Pmi compsito è calato a 50,7 punti dai 53,7 di agosto, indicando come - con un flussi di nuovi ordinativi in diminuzione - le aziende francesi manifatturiere e del settore serivzi stiano entrando in una fase negativa, con tagli al personale.

"L'evidenza suggerisce che la fiducia ha pagato un prezzo all'esacalation della crisi debitoria europea e questo sembra essersi propagato all'economia reale sotto forma di un raffreddamento della domanda e dell'attività" commenta l'economista di Markit Jack Kennedy.

L'indice Pmi flash manifatturiero è calato in settembre a 47,3 punti, minimo da 27 mesi, da 49,1 di agosto, a fronte di stime per un discesa più contenuta, a 48,5. Si tratta della seconda lettura consecutiva sotto la soglia dei 50 punti, che demarca le rilevazioni di crescita da quelle di contrazione del settore.

Prosegue invece l'espansione del settore serivzi, per quanto in rallentamento: l'indice Pmi relativo è passato a 52,5 punti dai 56,8 di agosto, contro stime per 54,5.

(Redazione Milano, Reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129743, Reuters messaging: giulio.piovaccari.reuters@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia