Italia,downgrade S&P segnale forte,si lavori su crescita-Ghizzoni

martedì 20 settembre 2011 19:05
 

MILANO, 20 settembre (Reuters) - Il downgrade dell'Italia da parte di Standard & Poor's è un segnale importante che il paese deve saper cogliere formulando proposte concrete per far ripartire la crescita.

Lo ha detto l'AD di UniCredit Federico Ghizzoni nel corso del briefing dopo il Cda odierno.

"Credo fosse già scontato un downgrade, anche se lo si aspettava più da Moody's ma i mercati hanno tenuto abbastanza bene", ha commentato il banchiere.

"Il tempo è breve, bisogna dare risposte veloci ai mercati credo soprattutto, contrariamente da quanto avvenuto nella manovra, senza ulteriori tassazioni ma lavorando sulle entrate trovandone di nuove in termini di contenimento delle spese, liberalizzazioni, privatizzazioni e ulteriore lotta all'evasione", ha spiegato.

Il downgrade "è un segnale importante che l'Italia deve saper cogliere. Le cose da fare sono note: è un segnale forte per la parte politica per continuare a lavorare sul contenimento del debito e uscire con proposte concrete e misure atte ad avviare la crescita italiana", ha aggiunto.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia