Usa, nuovi occupati a maggio -345.000, meglio di attese

venerdì 5 giugno 2009 15:11
 

(notizia in italiano)

WASHINGTON, 5 giugno (Reuters) - Gli occupati Usa a maggio sono diminuiti di 345.000 unità, dato migliore da settembre e anche rispetto alle attese che vedevano un calo di 520.000.

Tuttavia il tasso di disoccupazione è salito al 9,4%, segnando il dato più alto da luglio 1983, contro l'8,9% di aprile, secondo i dati diffuso dal dipartimento del Lavoro americano.

Le attese degli analisti convergevano su un tasso di disoccupazione al 9,2%.

Il dato di maggio sui nuovi occupati mostra che la debolezza dell'economia sta attenuandosi.

In marzo e aprile il dato è stato rivisto al ribasso rispettivamente a -652.000 e -504.000 unità.

Lo spaccato per settore mostra che nelle costruzioni gli occupati sono diminuiti di 59.000 unità contro i -108.000 di aprile, grazie al pacchetto di stimolo pubblico da 787 miliardi di dollari.

I servizi hanno perso 120.000 posti contro i 230.000 persi in aprile, mentre il manifatturiero ha segnato un calo di occupati di 156.000 unità a causa soprattutto della chiusura di impianti da parte di Chrysler nell'ambito del processo di fallimento.

Continua a crescere l'occupazione nell'istruzione (+44.000 posti a maggio contro il +13.000 di aprile), mentre gli uffici governativi hanno visto un calo di 7.000 posti.

Dal dicembre del 2007, data di inizio della recessione, l'economia ha perso circa 6 milioni di posti di lavoro, secondo i dati del dipartimento.