9 novembre 2009 / 06:44 / 8 anni fa

MONETARIO - Cosa succede oggi lunedì 9 novembre

* In attesa dell'Ecofin di domani, a Bruxelles i ministri delle finanze dell'Unione europea si riuniranno oggi nell'Eurogruppo. Al centro della discussione ci sarà di nuovo l'impegno a correggere il deficit eccessivo a partire, al più tardi, dal 2011. L'obiettivo sembra ora leggermente più realistico dopo le stime migliorative della Commissione Ue sulla ripresa economica nel prossimo biennio.

* La riunione dei ministri delle finanze e dei banchieri centrali del G20 nel fine settimana si è conclusa senza che i paesi coinvolti abbiano deciso nessuna azione concreta per ribilanciare i flussi globali o abbiano parlato in maniera specifica della recente flessione del dollaro. Nel messaggio finale del vertice si afferma che la ripresa è disomogenea e non ancora sufficientemente consolidata da consentire di rimuovere le misure straordinarie a sostegno della crescita. [ID:nMIE5A60C1]

* Lorenzo Bini Smaghi, membro del board Bce ha detto ieri a Repubblica che la ripresa è iniziata ma avrà un ritmo alternato: ci sarà un rimbalzo più forte del previsto negli ultimi due trimestri, poi un graduale recupero che non necessariamente bloccherà l'aumento della disoccupazione fino a metà 2010. [ID:nMIE5A700G]

* Ieri la Camera dei Deputati Usa ha approvato il disegno di legge sulla maxi riforma sanitaria, che contiene i maggiori cambiamenti nelle politiche sanitarie Usa degli ultimi 40 anni. La partita si sposta ora al Senato. [ID:nMIE5A700A]

* In un'intervista pubblicata ieri sul sito internet del Financial Times, il presidente della Federal Reserve di St. Louis James Bullard ha dichiarato che la banca centrale statunitense potrebbe ritirare parte del sostegno straordinario all'economia una volta che la ripresa apparisse robusta e che gli occupati mensili fossero tornati a crescere.

* Dopo la conferma dei tassi di Banca centrale europea, Banca di Inghilterra e Federal Reserve la settimana scorsa, i governatori del G10 termineranno oggi due giorni di riunione a Basilea.

* Sul fronte macro sono attesi oggi i dati tedeschi sulla bilancia commerciale e sulla produzione industriale a settembre. Per quest'ultima le attese indicano nuovamente una crescita dell'1% dopo il rialzo dell'1,7% del mese precedente. Dalla zona euro arriverà invece la lettura dell'indice Sentix sulla fiducia degli investitori a novembre; atteso un risultato negativo a -11,8, ma in miglioramento dal -12,6 di ottobre.

* Greggio CLc1 in rialzo di circa un dollaro negli scambi asiatici a 78,4 sostenuto dai timori legati ad un potente uragano che potrebbe interrompere le forniture statunitensi di petrolio e gas e dalla debolezza del dollaro.

* I Treasuries hanno guadagnato terreno venerdì a New York dopo il balzo della disoccupazione a ottobre anche se la prospettiva delle nuove aste in programma questa settimana ha tenuto a freno i rialzi.

DATI MACROECONOMICI

GERMANIA

* Bilancia commerciale settembre (8,00)

* Produzione industriale settembre (12,00) - attesa 1% m/m

ZONA EURO

* Indice Sentix novembre (10,30)

ASTE DI TITOLI DI STATO USA

* Tesoro, asta Titoli di Stato a 3 anni (19,00)

BANCHE CENTRALI

ZONA EURO

* A Tuebingen intervento Stark su politica monetaria prima, durante e dopo la crisi finanziaria (8,15).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below