Usa, meno 533.000 occupati a novembre, maggior calo da 1974

venerdì 5 dicembre 2008 14:51
 

WASHINGTON, 5 dicembre (Reuters) - Il mercato del lavoro Usa in novembre ha perso 533.000 occupati, un dato ben peggiore delle attese del mercato, segnando la flessione più marcata degli ultimi 34 anni.

Secondo i dati diffusi dal dipartimento al Lavoro, il tasso di disoccupazione lo scorso mese è salito al 6,7%, il valore più alto dal 1993, dal 6,5% di ottobre.

Il calo di posti di lavoro di novembre è il peggiore dal dicembre 1974, quando erano svaniti 602.000 occupati negli Usa.

Gli analisti sentiti da Reuters si aspettavamo una contrazione di 340.000 lavoratori.

Il dato di ottobre è stata rivisto, portandolo a -320.000 dall'iniziale lettura di -240.000, mentre a settembre la perdita di positi di lavoro è stata pari a 403.000 da un calo di 284.000.

Negli ultimi tre mesi, quindi, il mercato del lavoro statunitense ha perso 1,256 milioni di occupati, quasi 2 milioni da inizio anno.