Usa, nuovi disoccupati settimana balzano a record da 26 anni

giovedì 5 febbraio 2009 15:31
 

versione in lingua italiana, aggiunge dettagli

WASHINGTON, 5 febbraio (Reuters) - Il numero di lavoratori statunitensi che hanno fatto richiesta di nuovi sussidi di disoccupazione è balzato la scorsa settimana al record degli ultimi ventisei anni.

Lo dicono le statistiche a cura del dipartimento al Lavoro, che fotografano il rapido deterioramento dell'economia.

Nei sette giorni al 24 gennaio scorso in marcato aumento anche il totale dei destinatari dei sussidi, a segnale che il mercato del lavoro pare lontano dall'aver toccato il punto di minimo.

L'attesa passa intanto al dato di domani sugli occupati per l'intero mese di gennaio, con una mediana delle stime raccolte da Reuters che scommette sulla cancellazione di 525.000 posti di lavoro.

Nella settimana al 31 gennaio le nuove richieste di sussidio sono cresciute di 35.000 unità a 626.000, record dai sette giorni al 30 ottobre 1992, mentre il risultato dei sette giorni precedenti è stato corretto al rialzo passando a 591.000 da 588.000.

Gli analisti interpellati da Reuters ipotizzavano nuove richieste pari a 585.000.

Sale al record di 4,788 milioni il numeri dei cittadini che continuano a beneficiare dei sussidi nella settimana al 24 gennaio, ultimo dato disponibile, rispetto a 4,768 milioni sette giorni prima.

La media mobile a quattro settimane delle nuove richieste, migliore barometro delle tendenze sottostanti del mercato del lavoro, sale infine a 582.250 unità, massimo dalla settimana al 4 dicembre 1982.