Usa, eventuale fallimento Aig più grave di crack Lehman-Geithner

mercoledì 4 marzo 2009 18:32
 

WASHINGTON, 4 marzo (Reuters) - Il segretario al Tesoro Usa, Timothy Geithner, ritiene che un eventuale fallimento del colosso assicurativo Aig (AIG.N: Quotazione) causerebbe danni maggiori rispetto a quello di Lehman Brothers.

Testimoniando di fronte al comitato Finanza del Senato, Geithner ha spiegato che "i maggiori effetti (del mancato salvataggio di Aig) sarebbero stati sulle controparti dirette delle controllate". Gli effetti, secondo il segretario al Tesoro, sarebbero stati più grandi e peggiori di quelli causati dal crack Lehman, "avrebbero avuto un impatto sulla fiducia nel sistema finanziario, sul valore degli asset, sui tassi d'interesse e sulla volontà delle persone di prendere rischi nell'esposizione alle istituzioni finanziarie".

Geithner ha ripetuto più volte che gli effetti di un fallimento di Aig sarebbero più gravi rispetto al crack Lehman "perché milioni di americani, qui e attorno al mondo, dipendono da Aig per le pratiche assicurative e per una vasta serie di prodotti di risparmio".

Il segretario al Tesoro ha sottolineato che "il mondo è peggiorato drammaticamente dopo il settembre 2008... è più fragile", aggiungendo che la situazione sarebbe ben più grave se Aig fallisse.

Geithner ha stigmatizzato la politica economico-finanziaria dell'amministrazione Bush: "Abbiamo cominciato il nostro lavoro dopo un lungo periodo durante il quale il governo non ha avuto la volonta di fare gli investimenti duraturi per rispondere alle sfide nel settore sanitario, nell'energia e nell'educazione".