Usa, tasso disoccupazione sale a 9,7%, massimo 26 anni

venerdì 4 settembre 2009 15:02
 

(Versione italiana di notizia pubblicata alle 14,30)

WASHINGTON, 4 settembre (Reuters) - I datori di lavoro Usa hanno tagliato meno posti di lavoro di quanto atteso dal mercato, ma il tasso di disoccupazione è salito oltre le stime.

Il Dipartimento del lavoro ha comunicato che in agosto sono stati tagliati 216.000 posti di lavoro a fronte dei 225.000 stimati e dei 247.000 tagliati in luglio.

Il tasso di disoccupazione tuttavia è balzato a 9,7% dal precedente 9,4% e a fronte di stime per un rialzo limitato al 9,5%.

Il livello di 9,7% rappresenta il massimo dei 26 anni e mostra quanto il mercato del lavoro sia ancora profondamente fragile, indica il rapporto.

Dall'inizio della recessione, nel dicembre 2007, l'economia ha eliminato 6,9 milioni di posti di lavoro, ha comunicato il dipartimento. L'alto livello di disoccupazione rappresenta una minaccia per la fiducia dei consumatori e la domanda interna. Le spese al consumano pesano per oltre due terzi dell'attività economica Usa.