Usa, crescita redditi giugno minimo da un anno, tensione prezzi

lunedì 4 agosto 2008 15:34
 

(versione italiana di tabella in lingua inglese)

WASHINGTON, 4 agosto (Reuters) - I redditi dei consumatori Usa hanno messo a segno a giugno la crescita più modesta da oltre un anno a questa parte, a fronte di nuovi segnali di surriscaldamento dell'inflazione.

I dati a cura del dipartimento al Commercio mostrano per il periodo in osservazione un aumento dei redditi reali pari a un moderato 0,1% - minimo dalla variazione nulla di aprile 2007 - dopo l'incremento di 1,8% a maggio.

Il brusco rallentamento nella crescita dei redditi corrisponde alla riduzione del generoso pacchetto degli stimoli fiscali dall'amministrazione Bush, passato a giugno a 27,9 miliardi di dollari rispetto ai 48,1 miliardi del mese precedente.

Sempre nel periodo in esame la spesa dei consumatori - che rappresenta circa i due terzi dell'intera attività economica Usa - mostra un incremento di 0,6% dopo il +0,8% di maggio.

L'indice 'pce' sui prezzi per i consumi personali mette a segno intanto un incremento tendenziale pari a 4,1%, massimo da maggio 1991 dopo il +3,5% di maggio.

Quest'ultima variabile dovrebbe destare le preoccupazioni della banca centrale Usa, il cui consiglio sui tassi si riunisce domani per il verdetto di politica monetaria in arrivo intorno alle 20 italiane.

Federal Reserve dovrebbe optare per una conferma dei tassi di riferimento Usa ma potrebbe segnalare nuovi timori sulla dinamica dei prezzi nel comunicato che tradizionalmente accompagna le decisioni sul costo del denaro.