PUNTO 1 -G20, 6 su risultati, 10 per sforzi e scenografia -Roach

venerdì 3 aprile 2009 15:09
 

(Aggiunge virgolettato da conferenza stampa, cambia titolo)

CERNOBBIO, 3 aprile (Reuters) - I risultati del G20 di Londra meritano solo una sufficienza perché la riunione non ha affrontato la questione chiave degli squilibri globali che nascono dalla disparità tra i livelli di risparmio nel mondo e ne minacciano la stabilità.

A dirlo è Stephen Roach, responsabile Asia di Morgan Stanley ed ex capo economista della banca statunitense.

"(Voto) 10 a sforzi e scenografia, 6 per i risultati", ha detto Roach durante una conferenza stampa.

Secondo Roach bisogna giudicare i leader delle 20 nazioni riuniti a Londra dai risultati. In proposito l'ex economista ricorda che, tranne una sparuta minoranza, i paesi del G20 hanno introdotto misure protezionistiche dopo aver solennemente riaffermato nell'incontro di Washington l'impegno a contrastare il protezionismo.

Nel caso del vertice londinese, la carenza chiave è stata non aver predisposto un percorso di rientro degli squilibri globali.

"Molte parole e poca sostanza", aveva commentato in precedenza a margine dei lavori del Workshop Ambrosetti. "La questione chiave per il mondo oggi sono questi squilibri globali destabilizzanti accumulatisi tra nazioni che hanno risparmiato troppo poco, come gli Stati Uniti, e nazioni che hanno risparmiato troppo, come la Cina".

"Il G20 non è riuscito ad affrontare il cambiamento critico del risparmio globale necessario a rendere il mondo piu stabile e sicuro. Sono molto bravi a rallegrarsi delle grandi misure adottate, ma credo che l'agenda abbia un buco chiave in questa importante area".   Continua...