Usa, Ism ottobre segna ulteriore contrazione manifattura

lunedì 3 novembre 2008 16:45
 

(notizia in italiano con maggiori dettagli)

NEW YORK, 3 novembre (Reuters) - L'attività della manifattura statunitense ha segnato in ottobre un'ulteriore contrazione, secondo quanto emerge dall'indagine condotta dall'Institute for supply management.

L'indicatore relativo al mese scorso è sceso a 38,9 da 43,5 di settembre, segnando il livello minimo in ventisei anni. Gli economisti avevano previsto una flessione più lieve, a 41,5.

Il livello di 50 separa la contrazione dall'espansione e una lettura al di sotto di 40 indica una debolezza eccezionale del settore.

"Piuttosto brutto. Significa che siamo in recessione, niente di diverso ... una recessione della manifattura abbastanza 'solida'" commenta Robert Macintosh, capo economista di Eaton Vance corp di Boston.

"... la domanda è quanto profonda e lunga sarà questa fase", aggiunge.

Le componenti dell'indagine sono tutte deboli e, in particolare, l'occupazione è scesa al minimo da marzo 1991, a seguito della flessione mensile più pronunciata in venti anni. Il sotto-indice relativo all'occupazione è passato in ottobre a 34,6 da 41,8 di settembre.

Al minimo dal 1980 la componente relativa ai nuovi ordini, che segna in ottobre 32,2 da 38,8.