CORRETTO - MONETARIO - Cosa succede oggi mercoledì 4 novembre

mercoledì 4 novembre 2009 07:50
 

(corregge in quinto capitoletto stime Banca Mondiale)

* Al termine dei due giorni di politica monetaria la Federal Reserve stasera confermerà con ogni probabilità i tassi vicino allo zero, sul minimo in cui sono fermi ormai da dicembre. Più incertezze avvolgono le dichiarazioni conclusive: gli operatori staranno in guardia per cogliere il più piccolo segno sull'arrivo di una exit strategy e sulle prospettive economiche delineate per il paese dalla banca centrale. Il Pil americano nel terzo trimestre è risultato migliore delle attese, ma l'aumento della disoccupazione rischia di erodere l'ottimismo.

* Dopo essere stata approvata a fine settembre dal Consiglio dei Ministri, la legge Finanziaria approda in Senato con un testo molto leggero di soli tre articoli. Parte della maggioranza dei senatori premerebbe però per un taglio dell'Irap, con un possibile emendamento che potrebbe tradursi in un alleggerimento dell'imposta per le piccole e medie imprese con meno di 50 addetti. Il Tesoro frena, lamentando la mancanza di risorse.

* Sul fronte macro protagonista di oggi sarà l'indice Pmi sul terziario dei più importanti paesi europei nel mese di ottobre. Ad eccezione della Germania, le stime Reuters puntano su un generale miglioramento rispetto al mese precedente. Francia, Germania e zona euro sono visti ancorarsi ancora di più in territorio espansivo, mentre l'Italia dovrebbe avvicinarsi alla soglia di 50, senza però riuscire a scavalcarla.

* In Giappone a pochi giorni dalla riunione di politica monetaria che ha confermato i tassi sul minimo storico dello 0,1%, il governatore Shirakawa ha affermato l'intenzione della banca centrale di mantenere una politica estremamente accomodante e ha previsto una ripresa moderata dell'economia. L'attività delle società si mantiene infatti contenuta e la deflazione minaccia di restare ancora a lungo a causa del calo senza precedenti della domanda.   Continua...