Confcommercio vede inflazione 2008 a 4% per caro greggio

lunedì 30 giugno 2008 14:56
 

ROMA, 30 giugno (Reuters) - Senza una "consistente" riduzione del prezzo del petrolio sui mercati internazionali è sempre più realistica la possibilità di una chiusura del 2008 con un tasso medio annuo di inflazione più prossimo al 4% che al 3%, secondo l'Ufficio Studi di Confcommercio.

Secondo le stime Istat diffuse oggi, l'indice Nic dei prezzi al consumo ha fatto segnare in giugno un incremento annuo di 3,8%, il massimo dal luglio 1996.

"A questo punto il tema non riguarda l'inflazione in un settore piuttosto che in un altro, quanto la tenuta del sistema economico italiano che, tra il rischio di una crescita prossima allo 'zero' e l'incremento dei tassi d'interesse ormai da più parti paventato, subirebbe un ulteriore peggioramento penalizzando in particolare le famiglie a basso reddito e le piccole imprese del commercio e dei servizi", aggiunge la nota.