PUNTO 1 - Italia, crescita +1,5% in 2007, deficit/Pil sotto 2%

venerdì 29 febbraio 2008 14:44
 

(riscrive aggiungendo dettagli, background, commenti Padoa-Schioppa ed economisti)

di Andrea Le Pera

MILANO/ROMA, 29 febbraio (Reuters) - L'economia italiana ha chiuso il 2007 con una crescita leggermente inferiore alle previsioni ma con una buona performance della domanda interna, mentre lo stato dei conti mostra un deciso miglioramento rispetto a un anno fa. Lo mostrano i dati diffusi in mattinata dall'Istat, secondo cui il Pil è cresciuto lo scorso anno dell'1,5% rispetto all'anno precedente.

"Il dato sul Pil del 2007 è inferiore alle nostre attese, che erano per una crescita compresa tra 1,7% e 1,8%. Non si può comunque trarne considerazioni per il quarto trimestre perché questo si basa sulle nuove modifiche metodologiche introdotte dall'Istat" dice Marco Valli di Unicredit Hvb.

Per quanto riguarda lo spaccato delle componenti, la spesa delle famiglie residenti è cresciuta dell'1,4% su anno, un tasso che non si vedeva almeno dal 2001.

"Non è un dato da enfatizzare, ma dimostra che il 2007 non è stato un anno negativo per la domanda interna" dice Fedele De Novellis di Ref.

Secondo Valli molto dipende dall'ottimo risultato della prima parte dell'anno "grazie soprattutto agli incentivi sulle automobili", ma l'attenzione posta negli ultimi mesi sul tema "è giustificata poiché le prospettive per il 2008 sono di un chiaro rallentamento".

Le altre componenti evidenziano un aumento delle spese della pubblica amministrazione dell'1,2%, esportazioni in crescita del 5,0% a fronte del +4,4% delle importazioni e investimenti a +1,2%.   Continua...