Usa, fiducia consumatori a minimi da 1992 - Università Michigan

venerdì 28 marzo 2008 16:00
 

NEW YORK, 28 marzo (Reuters) - La fiducia dei consumatori Usa a marzo è scesa ai minimi di 16 anni, indicando recessione in uno scenario in cui i timori su un indebolimento del mercato del lavoro e sulla crescita dell'inflazione offuscano le prospettive.

E' quanto emerge da un'indagine Reuters/Università del Michigan, che indica per il mese di marzo una discesa dell'indice a 69,5 - il livello più basso da febbraio 1992, quando si era attestato a 68,8 - dalla lettura di 70,8 del mese precedente.

Gli economisti interpellati da Reuters si aspettavano una lettura a 70,0.

Il rapporto preliminare a inizo marzo mostrava l'indice di fiducia a 70,5.

Il sottoindice sulle aspettative dei consumatori è sceso a 60,1, minimo da gennaio 1992, quando aveva toccato 59,1. A febbraio era a 62,4.

"Adesso è quasi opinione unanime tra i consumatori che l'economia sia già entrata in recessione", si legge in un commento dell'indagine.