Spagna, rallentamento più pronunciato a inizio 2008-Banca Spagna

mercoledì 27 febbraio 2008 12:36
 

MADRID, 27 febbraio (Reuters) - Il rallentamento dell'economia spagnola si è accentuato all'inizio di quest'anno in un contesto di maggiori turbolenze finanziarie globali e di un più pronunciato indebolimento del settore domestico delle costruzioni.

Lo dice la Banca di Spagna nel suo rapporto mensile, sottolineando che il rallentamento della Spagna, l'economia europea a maggior tasso di crescita, si accompagna a una debolezza dell'attività dell'intera zona euro nei primi mesi del 2008.

"I dati più recenti indicano un rallentamento un po' più pronunciato dell'attività all'inizio del 2008 in un contesto in cui si sono intensificate le tensioni dei mercati finanziari internazionali", si legge nel bollettino di febbraio.

"L'attività della zona euro continuerà a essere debole all'inizio del 2008".

La fiducia dei consumatori spagnoli a gennaio è scesa al livello più basso dal 1994 dopo una crescita record delle richieste di sussidi di disoccupazione mensili e l'inflazione ha raggiunto il massimo di 12 anni, sottolinea la banca centrale.

"Il deterioramento della percezione delle famiglie sulle prospettive della disoccupazione e l'indebolirsi delle aspettative sulla situazione economica generale spiegano l'evoluzione sfavorevole dell'indicatore di gennaio", prosegue.