Usa, rischi maggiori per crescita che inflazione - Kohn (Fed)

martedì 26 febbraio 2008 18:52
 

WASHINGTON, 26 febbraio (Reuters) - A parere del vicepresidente della Federal Reserve Donald Kohn il rischio che l'economia Usa rallenti ulteriormente rappresenta un timore più grande delle minacce di inflazione e la banca centrale è pronta a fare il necessario per far fronte a "momenti difficili".

"Non prevedo che la recente accelerazione dei prezzi al consumo prosegua" dice in una testimonianza all'università di Wilmington in North Carolina.

"Sono del parere che la dinamica negativa di mercati finanziari ed economia rappresenti un rischio più grave per il benessere economico degli Stati Uniti" aggiunge.

Interpretate come la conferma che l'istituto centrale Usa si appresti a nuovi tagli dei tassi di riferimento, le parole del numero due Fed spingono la valuta unica europea ai massimi di seduta contro dollaro, in rialzo di oltre 0,6% con una punta a 1,4923 secondo gli schermi Reuters.