Cina,tagli record produzione e occupazione industriale -Clsa Pmi

venerdì 2 gennaio 2009 11:39
 

PECHINO, 2 gennaio (Reuters) - Un'indagine del broker Clsa rivela che l'industria cinese ha ridotto produzione e occupati a ritmo record in dicembre, quinto mese consecutivo di contrazione per la manifattura della repubblica popolare. Secondo il broker queste cifre indicano che il settore è vicino alla recessione.

"L'attività manifatturiera cinese è stata molto debole in dicembre. La produzione si è contratta a un tasso record, l'occupazione è scesa per il quinto mese e gli ordini sono calati", commenta Eric Fishwick, responsabile della ricerca economica a Clsa.

"Con cinque indici Pmi consecutivi che hanno segnalato una contrazione, il settore manifatturiero che rappresenta il 43% dell'economia cinese, è vicino a una recessione tecnica", ha detto.

L'indice dei direttori acquisto stilato da Clsa è salito a 41,2, in rialzo rispetto al minimo record di 40,9 di novembre, mentre la produzione è scesa a 38,6, segnando il calo più brusco dall'inizio della serie nell'aprile 2004.

Anche i PMI russo, olandese e indiano hanno registrato minimi record per la produzione.

Il settore manifatturiero è stato colpito in modo inaspettatamente forte dalla crisi finanziaria: la produzione industriale è cresciuta a novembre soltanto del 5,4% sull'anno, al ritmo più lento mai registrato, mentre la domanda dall'estero è crollata e le aziende si sono servite delle scorte a loro disposizione per tagliare i costi.

Le autorità hanno preso una serie di provvedimenti per contrastare il rallentamento, tra cui il lancio di un pacchetto di stimolo da 586 miliardi di dollari lo scorso novembre e una serie di interventi sui tassi di interesse, ma molti economisti iniziano ad avanzare l'ipotesi che la crescita del gigante cinese risulti ben inferiore a quella della prima metà dell'anno, nonostante il governo continui a mirare a una crescita dell'8%, già in calo rispetto al 9,9% dei primi nove mesi del 2008.

I dati ufficiali del governo sul Pmi di dicembre saranno pubblicati il 4 gennaio, dopo il minimo record di 38,8 toccato a novembre.