Cina soffrirà di rallentamento economia Usa - vicemin. Commercio

venerdì 25 gennaio 2008 18:56
 

DAVOS, 25 gennaio (Reuters) - Nell'attuale situazione di elevata instabilità per i mercati finanziari in cui molte delle principali economia appaiono in difficoltà Pechino risentirà negativamente in caso di rallentamento del ciclo Usa.

Lo dice in un'intervista a Reuters il viceministro per il Commercio Yi Xiaozhun, a margine dei lavori del 'World Economic Forum' di Davos.

Considerato che circa un quinto delle esportazioni cinesi sono destinate al mercato statunitense, spiega, è naturale che una frenata della prima economia mondiale avrebbe conseguenze negative sulla Cina.

Yi esprime comunque l'auspicio che un eventuale rallentamento si riveli di breve durata anche grazie a una collaborazione tra paesi, per esempio tramite un accordo sul commercio nel cosiddetto 'Doha round'.

Pechino non ha ancora forumlato una stima sulle esportazioni 2008, spiega il viceministro, ma prevede una continua crescita graduale e non un rimbalzo per via delle misure adotatte come quella sugli incentivi fiscali.

Una parte della crescita delle esportazioni, aggiunge il viceministro, è da mettere in relazione agli investimenti delle multinazionali estere degli ultimi 10-20 anni, che ammontano attualmente già a oltre la metà delle esportazioni cinesi.