Redditi, Sacconi punta ad accordo entro estate con parti sociali

martedì 24 giugno 2008 13:19
 

ROMA, 24 giugno (Reuters) - Il governo ha intenzione di avviare un confronto con le parti sociali sulla politica dei redditi con l'obbiettivo di raggiungere prima della pausa estiva un accordo su come distribuire eventuali risorse.

Lo ha detto stamani il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi.

"Credo che ci sarà una intesa prima dell'estate con le parti sociali sul modo di distribuire la crescita se, come credo, riusciremo a produrla", ha detto Sacconi a margine della relazione annuale della Covip proprio mentre i sindacati sono sul piede di guerra per l'inflazione programmata del Dpef all'1,7%, troppo distante dal 3,6% di quella reale.

Secondo il Dpef, il Pil quest'anno crescerà di appena lo 0,5%.

Il sindacato considera tale indice come un elemento di disturbo della trattativa in corso con Confindustria sulla riforma dei contratti. Per oggi pomeriggio è previsto un nuovo round.

Gli industriali hanno invece sostanzialmente avallato la scelta del governo, notando che è in linea con quanto chiesto dalla Bce.

"Una equa distribuzione della maggiore ricchezza è un elemento di coesione sociale", ha precisato il ministro.

Ieri il leader della Cgill, Guglielmo Epifani, ha chiesto a Cisl e Uil di trovare una posizione comune sulla politica del governo per affrontare i problemi in modo omogeneo.