Ucimu, ordini +7,4% in trim4 2007, cala export verso Usa

mercoledì 23 gennaio 2008 16:48
 

MILANO, 23 gennaio (Reuters) - L'indice degli ordini di macchine utensili italiane ha registrato nel quarto trimestre 2007 un incremento del 7,4% rispetto allo stesso periodo del 2006, per un valore assoluto pari a 111,2.

E' quanto emerge dai dati elaborati dal centro studi e cultura di impresa di Ucimu-Sistemi per produrre, l'associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione.

La raccolta ordini sul mercato interno è cresciuta nell'ultimo trimestre 2007 del 10,9% rispetto allo stesso periodo del 2006, per un valore assoluto dell'indice pari a 91,8. Aumentati anche gli ordini raccolti sul mercato estero, saliti del 5,1%, a 127,7.

A livello complessivo, nel 2007, l'indice totale degli ordini ha registrato un incremento del 17,1% rispetto al 2006, grazie ai risultati positivi sul mercato nazionale (+19,4%) e su quello straniero (+15,8%).

Nonostante l'indice degli ordini sia positivo, secondo il presidente Ucimu, Alberto Tacchella "si riscontra un leggera decelerazione nella crescita della domanda da parte degli utilizzatori stranieri, prima di tutto da parte di quelli americani". Le esportazioni negli Stati Uniti sono diminuite nel corso del 2007, del 5,9% rispetto all'anno precedente.

A pesare, secondo Tacchella, anche le prime avvisaglie di un rallentamento dell'economia americana. "Questa situazione, così come lo sfavorevole cambio euro/dollaro ormai privo di ogni controllo, rendono e renderanno sempre più difficoltosa la nostra attività di export verso una delle tradizionali aree di sbocco della nostra offerta".