Zona euro, Almunia vede inflazione intorno a 3% in 2008

venerdì 23 maggio 2008 16:02
 

BRUXELLES/MADRID (Reuters) - Con molta probabilità i prezzi al consumo della zona euro sono destinati a salire ancora, ma l'inflazione si manterrà intorno ai livelli del 3% nel 2008.

Lo ha detto Joaquin Almunia, commissario agli Affari economici e monetari della zona euro.

"Assisteremo a un ulteriore incremento dei prezzi, ma ci troveremo a dovere fare i conti con aumenti dell'ordine del 3%, non del 7%, 10% o 15%", ha detto Almunia in un'intervista alla televisione nazionale spagnola.

Nonostante sia stretta dalla duplice morsa del rallentamento della crescita e dell'incremento dei prezzi, secondo Almunia la zona euro non rischia di cadere in recessione.

"La zona euro si dirige verso un periodo abbastanza difficile in condizioni migliori rispetto al passato", ha spiegato, ribadendo che i fondamentali economici rimangono solidi.

Almunia ha poi messo in guardia sul pericolo rappresentato dai bruschi mutamenti nella politica economica o monetaria.

"Questi sono tempi difficili e complicati, ma non è il momento per cambiamenti bruschi nella strategia della politica economica o monetaria" ha detto il commissario partecipando a un evento a Madrid. "E' molto difficile per le banche centrali fronteggiare una situazione caratterizzata sia da pressioni inflative sia da un rallentamento economico".

L'ultima stima della Commissione Ue per l'inflazione 2008 si attesta al 3,2%.

Secondo i dati Eurostat pubblicati la settimana scorsa, l'inflazione annuale dell'euro zona è salita al 3,3% in aprile, in rallentamento rispetto a marzo, mese in cui l'indice ha raggiunto il livello record di 3,6%.

L'obiettivo della Banca centrale europea è di mantenere i tassi di inflazione appena sotto il 2%. Secondo le ultime stime Ue, un ritorno al di sotto di tale soglia avverrà alla fine del 2009.

 
<p>Joaquin Almunia, commissario agli Affari economici e monetari della zona euro. REUTERS/Thierry Roge (Belgio)</p>