Inflazione, Bce ha chiesto di mettere un tasso sotto 2%-Tremonti

domenica 22 giugno 2008 12:31
 

LEVICO TERME, Trento (Reuters) - La scelta di indicare nel Dpef un tasso di inflazione all'1,7% è stata una scelta imposta dalla Banca centrale europea. Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, intervenendo alla Festa della Cisl.

Se volete una risposta tecnica sulla scelta fatta, ha detto il ministro, vi dico che "è stata la Bce a dire: bisogna stare tutti sotto il 2%. Se uno mette un numero più alto ti chiamano da Francoforte e ti chiedono cosa stai facendo...".

Il ministro ha anche spiegato che la risposta politica a quella scelta non ha a che fare con le decisioni del governo ma con i fenomeni dell'economia mondiale, come l'enorme peso assunto dalla speculazione nello spingere verso l'alto i prezzi delle materie prime..

 
<p>Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti (a sinistra) a colloquio col presidente della Bce Jean-Claude Trichet. REUTERS/Thierry Roge (BELGIUM)</p>