Boe, unanime sì a taglio febbraio, Blanchflower per 50 bp-minute

mercoledì 20 febbraio 2008 11:11
 

LONDRA, 20 febbraio (Reuters) - Tutti e nove i membri del Comitato di politica monetaria della Banca d'Inghilterra si sono dichiarati favorevoli ad una riduzione dei tassi di interesse questo mese, con la "colomba" David Blanchflower che ha chiesto un taglio precauzionale di mezzo punto percentuale.

Le minute della riunione del comitato dello scorso 6-7 febbraio - quando i tassi sono stati ridotti di un quarto di punto al 5,25% - mostrano che la maggior parte dei membri è preoccupata che i tassi di interesse siano ancora restrittivi date le più strette condizioni del credito.

Il voto unanime a favore di una riduzione di un quarto di punto era atteso dagli analisti, ma le minute non contengono elementi che facciano pensare che la banca centrale inglese stia per dare inizio ad una campagna di tagli aggressiva. Molti economisti si aspettano un altro taglio entro la fine di giugno.

"Il comitato ha dovuto bilanciare il rischio che un deciso rallentamento dell'attività schiacci l'inflazione sotto l'obiettivo nel medio periodo e il rischio che le aspettative di un'inflazione elevata tengono i prezzi sopra l'obiettivo", si legge nei verbali.

Ma per David Blanchflower, il membro meno aggressivo del comitato, bisognerebbe dare più peso al rischio di "un rallentamento molto forte" della crescita britannica. Il banchiere centrale vede nei recenti dati macroeconomici inglesi somiglianze con quelli statunitensi di diversi mesi fa.

La sterlina GBP= ha frenato dopo la diffusione dei verbali, scivolando ai minimi della settimana a circa 1,9446 dollari da circa 1,9477 dollari. Breve recupero per il Ftse 100 .FTSE che, intorno alle 11, cede tuttavia nuovamente oltre mezzo punto percentuale.