Straordinari, Bonanni: primo passo ma inserire anche statali

martedì 20 maggio 2008 17:36
 

ROMA, 20 maggio (Reuters) - Il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, ritiene che la detassazione degli straordinari sulla parte variabile del salario presentata oggi dal governo sia un primo passo per la riduzione delle tasse ai lavoratori anche alla luce della trattativa sulla riforma contrattuale che a breve inizierà con Confindustria.

Bonanni sollecita però il governo a inserire anche gli statali nella agevolazione.

La detassazione è una "interessante riduzione delle tasse per stimolare i consumi bassi e nello stesso tempo sostenere un accordo fra sindacati e imprese. E' una prima risposta che abbiamo sollecitato noi per dare risposta al grave problema dei bassi salari e stipenti".

"Quanto alla sperimentazione della detassazione degli straordinari tutto deve essere funzionale ad un accordo tra le parti sociali. Non ci devono essere costrizioni per non alimentare né veti sindacali né paternalismi da parte delle imprese. Serve cooperazione e collaborazione", ha aggiunto.

Bonanni ritiene che sia "giusto un tavolo ad hoc per il pubblico impiego. Le tasse vanno ridotte anche al pubblico ma premiando il merito e i risultati".

Infine il segretario della Cisl ritiene "importante puntare sull'azionariato collettivo per stimolare la partecipazion dei lavoratori" alle aziende.