Istat, su andamento crisi meglio dati ogni 3 mesi - Scajola

mercoledì 1 luglio 2009 16:52
 

ROMA, 1 luglio (Reuters) - Per evitare riflessi negativi sui consumi sarebbe meglio differire e concentrare la diffusione dei dati Istat sull'andamento dell'economia ogni 3 mesi.

Il suggerimento è stato dato dal ministro dello sviluppo economico, Claudio Scajola, intervenendo al convegno sul made in Italy promosso dal Comitato Leonardo.

I dati "forniti quotidianamente possono fare danno allo sviluppo del nostro paese. Se l'Istat decidesse di dare le statistiche ogni tre mesi e tutte insieme sarebbe meglio che fare lo spezzatino", ha detto il ministro.

Scajola ha poi aggiunto che "quello che é noto é il perpetuarsi di dati vecchi e continui che per i cittadini sono un bollettino di allarme. C'é chi irride quando si parla di questo tema, ma l'atteggiamento psicologico é un utile componente da tenere presente e che non significa avere un atteggiamento irresponsabile".

Più in generale, parlando della difficoltà di fare stime corrette, anche per chi governa, il ministro ha stigmatizzato il comportamento di "quei Soloni che attraverso istituzioni private danno ancora altri dati".