Cina, crescita economica potrebbe frenare al 10,5% quest'anno

venerdì 18 gennaio 2008 12:38
 

PECHINO, 18 gennaio (Reuters) - La crescita economica cinese potrebbe rallentare leggermente quest'anno, limitandosi ad un +10,5% rispetto al +11,5% stimato per il 2007.

Lo annuncia uno studio del Centro di ricerca per lo sviluppo (organismo governativo), in cui si sottolinea che le misure del governo per raffreddare l'economia puntano solo a moderare il tasso di crescita mentre consumi, investimenti ed export resteranno sostenuti.

L'economista Zhang Liqun prevede anche un leggero ribasso dell'inflazione, vista per il 2008 al 4,5% contro il 4,8% dell'anno scorso.

"I controlli sull'economia puntano a stabilizzare la crescita piuttosto che a frenare bruscamente l'economia", ha precisato lo studioso in una conferenza stampa.

La politica economica attuata nel 2008, scrive ancora il ricercatore, rimarrà pressochè invariata rispetto al 2007; Pechino, però, potrebbe prendere misure di controllo sulle società maggiormente responsabili dell'inquinamento del Paese.

Lo scorso anno la Cina ha alzato sei volte i tassi d'interesse e inasprito dieci volte i requisiti obbligatori sulle riserve bancarie. Inoltre, ha iniziato a stringere sul fronte del credito alle banche commerciali.

Ji Min, studioso della People's Bank of China, in una nota scrive che la banca centrale continuerà ad alzare la soglia delle riserve bancarie obbligatorie, nel 2008, per assorbire l'eccesso di liquidità in circolazione.