PUNTO 1 - Ministri Ue del G7 rassicurano su prospettive economia

giovedì 17 gennaio 2008 20:10
 

(accorpa pezzi precedenti, aggiunge dichiarazioni, contesto)

PARIGI, 17 gennaio (Reuters) - Un messaggio rassicurante sulle prospettive dell'economia e una richiesta di un maggiore coordinamento nelle azioni di contrasto all'instabilità finanziaria arrivano dai ministri delle Finanze di Francia, Germania, Gran Bretagna e Italia riuniti oggi a Parigi per discutere delle turbolenze sui mercati finanziari.

La crisi di liquidità innescata dai mutui sub-prime americani finora si è limitata ad avere effetti solo sui mercati finanziari europei non infettando l'economia reale i cui fondamentali, nei quattro grandi Paesi Ue, restano robusti.

Gli Usa stanno rallentando, è vero, ma lo scenario più probabile non è la recessione e il dinamismo dei paesi emergenti dovrebbe mitigare le conseguenze per la crescita globale.

Quanto all'Europa, se sono aumentati i rischi verso il basso per le previsioni di crescita, non si è in una situazione di forte frenata.

"Senza l'Unione europea e l'euro ci troveremmo in una situazione molto più delicata", ha detto il ministro dell'Economia Tommaso Padoa-Schioppa nella conferenza stampa tenuta a Bercy con gli altri tre colleghi europei e il commissario Ue per gli Affari monetari Joaquin Almunia dopo circa due ore di colloqui.

L'ex banchiere centrale è arrivato all'appuntamento parigino dopo che Banca d'Italia e Confindustria hanno rivisto al ribasso le stime di crescita per l'anno in corso all'1% circa, contro l'1,5% ancora nelle stime ufficiali del governo.

Parlando della crescita internazionale il ministro ha osservato: "Il fatto di essere in una fase in cui le previsioni tendono a essere riviste al ribasso non ci dovrebbe far dimenticare che siamo in uno dei migliori anni di crescita degli ultimi 10-15 anni".   Continua...