Giappone, sondaggio vede rialzo tassi rimandato a fine 2008

giovedì 17 gennaio 2008 15:18
 

TOKYO, 17 gennaio (Reuters) - La crescita economica del Giappone vedrà una leggera accelerazione nel prossimo anno fiscale che inizierà ad aprile, ma è improbabile che la Banca del Giappone alzerà i tassi prima di ottobre-dicembre dato che l'outlook è così incerto. È quanto evidenzia un sondaggio Reuters.

Il sondaggio condotto fra l'11 e il 16 gennaio con il coinvolgimento 51 economisti, ha mostrato che le attese sono per un rialzo più ritardato rispetto al precedente sondaggio che stimava che la stretta a 0,75% dall'attuale 0,50% sarebbe avvenuta nel periodo luglio-settembre.

"Ci sono dubbi crescenti sull'outlook economico", ha detto Yasuo Yamamoto, senior economist al Mizuho Research Institute. "Adesso riteniamo che sarebbe difficile elevare i tassi verso l'estate di quest'anno come precedentemente atteso".

Se gli economisti da un lato hanno leggermente abbassato le prospettive di crescita nel prossimo anno fiscale, dall'altro hanno elevato le loro stime di inflazione core.

Secondo il sondaggio Reuters, il Pil dell'anno fiscale 2007-08 salirà dell'1,5% e quello dell'anno 2008-2009 dell'1,8%, a fronte delle stime di dicembre rispettivamente per 1,4% e 1,9%.

Il Cpi core è visto in crescita dello 0,2% nell'anno fiscale 2007-08 e dello 0,4% nel 2008-09 a fronte di precedenti stime per 0,1% e 1,3%.