Manovra, taglio province non più in decreto legge - Melilli

martedì 17 giugno 2008 17:36
 

ROMA, 17 giugno (Reuters) - L'eventuale taglio di alcune province italiane (coincidenti con le aree metropolitane) allo studio del governo nell'ambito della manovra triennale che sarà varata domani dal Consiglio dei ministri non sarà inserito in un decreto legge, ma confluirà in un disegno di legge di prossima emanazione.

Lo ha detto Fabio Melilli, presidente dell'Unione province italiane, riferendo l'esito dell'incontro avuto dal governo oggi pomeriggio.

"Mi pare ci siano dichiarazioni importanti da parte del sottosegretario [all'interno Michelino] D'Avico che ritiene che ci sia un accordo per andare verso la costituzione di un ddl collegato alla finanziaria", ha detto Melilli.

Secondo indiscrezioni, il governo starebbe studiando il taglio di 9 province e la sospensione di quelle ancora in via di costituzione.