Ucimu, per 2008 vista crescita settore del 5,3% a 6,1 mld euro

mercoledì 1 ottobre 2008 13:07
 

MILANO, 1 ottobre (Reuters) - Per l'industria italiana della macchina utensile, automazione e robotica si prevede per il 2008 una crescita del 5,3% a 6,13 miliardi di euro a fronte della crescita record per il comparto nel 2007 del 16,6%. Nel 2009 la crescita sarà invece limitata all'1,4%.

Lo ha comunicato l'Ucimu-Sistemi per produrre in occasione della conferenza stampa di presentazione dei dati.

"Malgrado il contesto adombrato da spettri di recessione, l'offerta del 'made in Italy' settoriale riesce bene a contrastare le difficoltà di paesi la cui economia è strettamente connessa alla nostra" ha detto Giancarlo Losma, presidente di Ucimu.

"Il settore italiano ha consolidato la performance record registrata nel 2007, quando i principali indicatori erano stati a due cifre" ha detto Losma.

Il buon risultato del 2008 è da attribuirsi, secondo Ucimu, alla buona resa delle esportazioni, attese in crescita del 6,2% a 3,30 miliardi di euro, ma anche al positivo riscontro del mercato interno. Le consegne sul mercato domestico dovrebbero infatti attestarsi a un valore di 2,84 miliardi, con un rialzo del 4,4% rispetto al 2007.

Secondo i dati semestrali Ucimu, l'esport nei primi mesi del 2008 ha visto un incremento del 13,3% rispetto al primo semestre 2007. Le consegne hanno registrato un incremento del 14,9% in Germania, del 10,2% in Cina, del 9,1% in Usa, del 6,5% in Francia.

Per il 2009 le stime sono di un rialzo dell'export del 2,1% e delle consegne sul mercato interno dello 0,5%.

Ucimu ha anche comunicato che il sottosegretario allo Sviluppo economico Adolfo Urso ha assicurato lo stanziamento di fondi in cooperazione col ministero del Welfare per 8,35 milioni di euro per incentivare la formazione di personale del settore al fine di incrementare l'internazionalizzazione delle aziende esportatrici.