FACTBOX - Crisi, vale 6,342 miliardi il decreto 185 del governo

lunedì 1 dicembre 2008 13:37
 

(Aggiorna con dettagli copertura da relazione tecnica)

1 dicembre (Reuters) - Il decreto anti crisi del governo vale poco oltre 6 miliardi nel 2009 e circa 5 tra il 2010 e il 2011.

È quanto emerge dall'articolo 35 del provvedimento, che è stato pubblicato sabato 29 novembre in Gazzetta ufficiale con il numero 185, mentre l'articolo 36 dello stesso decreto prevede la sua entrata in vigore contestuale alla pubblicazione.

6,342 MILIARDI NEL 2009, 2,347 NEL 2010 E 2,670 NEL 2011

"Agli oneri derivanti dall'attuazione del presente decreto, con esclusione di quelli per i quali le rispettive norme autorizzative indicano direttamente la copertura finanziaria, pari complessivamente a 6.342 milioni di euro per l'anno 2009, a 2.347 milioni di euro per l'anno 2010 ed a 2.670 milioni di euro per l'anno 2011, si provvede mediante utilizzo di quota parte delle maggiori entrate e delle minori spese recate dal presente decreto", recita l'articolo 35.

Dalla lettura dell'articolato emerge che quasi tutti i provvedimenti hanno impatto nel 2009, ad eccezione di due misure. Tra le eccezioni figura la social card, che non comporta però oneri aggiuntivi perché introdotta con la manovra triennale di luglio e quindi già iscritta a bilancio. Un'altra misura che impatta sul 2008 è la riduzione di 3 punti percentuali degli acconti Ires e Irap in scadenza oggi primo dicembre, che sarà recuperata con i successivi versamenti e avrà quindi solo effetti di cassa.

  Continua...