Quaden: Bce potrebbe alzare tassi a luglio, ma no ciclo rialzi

venerdì 13 giugno 2008 09:52
 

BRUXELLES (Reuters) - La Banca centrale europea potrebbe leggermente alzare i tassi a luglio nel tentativo di contenere le pressioni inflative, ma non darà il via ad un ciclo di strette monetarie.

Lo ha dichiarato ieri notte Guy Quaden, membro del Consiglio governativo della Bce.

"Siamo entrati in una zona a rischio", ha detto durante una conferenza stampa il cui contenuto è destinato ad essere pubblicato oggi.

"E' dunque legittimo pensare ad un aggiustamento limitato della nostra posizione di politica monetaria per assicurare un ancoraggio solido delle pressioni inflative e tornare ad una stabilità dei prezzi a medio termine", ha argomentato Quaden.

"E' di questa possibilità, di questa necessità, che discuteremo il prossimo mese", ha aggiunto, precisando che i membri del Consiglio dell'istituto centrale non prenderanno una decisione prima di aver studiato tutti gli indicatori economici disponibili prima della riunione del 3 luglio.

Dalla metà del 2007 la Bce ha mantenuto lo status quo sui tassi di interesse al 4,0%. Tuttavia la settimana scorsa ha segnalato che potrebbe alzare i suoi tassi a luglio, nel tentaivo di porre un freno all'inflazione, che secondo l'istituto di Francoforte resterà su livelli elevati più a lungo del previsto, alimentata dalla fiammata dei prezzi di greggio e derrate alimentari.