PUNTO 1 - Usa, occupati privati settembre meglio di attese - Adp

mercoledì 1 ottobre 2008 18:16
 

(Aggiunge commenti economista, dati Challenger)

NEW YORK, 1 ottobre (Reuters) - Sebbene in rallentamento il mercato del lavoro Usa non sembra aver accusato ancora appieno il contraccolpo derivante dalla crisi finanziaria. La situazione però potrebbe peggiorare.

In settembre il settore privato ha riportato una flessione degli occupati di 8.000 unità nei dati Adp Employer Service.

Il dato risulta decisamente migliore alle previsioni degli economisti che erano per un calo di 60.000 unità. La flessione di agosto è stato rivista a -37.000 unità da -33.000.

Tuttavia secondo Joel Prakken, presidente di Macroeconomic Advisers che elabora con Adp i dati sul settore privato, il tasso di disoccupazione negli Usa potrebbe arrivare al 7% a metà 2009, dal 6,1% stimato per settembre dagli analisti.

Il dato Adp sul settore privato è visto come un'anticipazione delle cifre del dipartimento del Lavoro sulle buste paga degli occupati non agricoli, in agenda venerdì. Le attese sono per un nuovo calo di 100.000 unità in settembre.

Un'altra indagine pubblicata oggi da Challenger, Gray & Christmas ha mostrato che i licenziamenti programmati dalle aziende americane sono cresciuti del 7,2% in settembre rispetto al mese precedente facendo schizzare il tasso annuo al 33%.

Le aziende hanno annunciato piani per tagliare 95.094 posti di lavoro, da 88.736 in agosto e 71.739 in settembre 2007. Settembre portano il totale dei tagli programmati nel terzo trimestre a 287.142, massimo dall'ultimo quarto del 2005.   Continua...