Italia, Montezemolo pensa e spera non ci sia recessione

mercoledì 12 marzo 2008 18:44
 

ROMA, 12 marzo (Reuters) - Dopo l'abbassamento della stima del governo sulla crescita dell'Italia nel 2008 allo 0,6% e la nuova stima di Confindustria che vede una crescita nulla con i livelli attali di petrolio e cambio euro/dollaro, il presidente degli industriali Luca Cordero di Montezemolo dice di non pensare e credere che ci possa comunque essere in Italia.

"Purtroppo avevamo ragione: le stime di crescita si stanno avvicinando, ahimé, più allo 0 che all'1%. Avevamo dato [nei mesi scorsi una previsione di crescita per il 2008 allo] 0,7 con un barile a 80 dollari e avevamo detto che se il barile avesse superato i 100 dollari saremmop stati a 0,2-0,3... Come vedete ogni giorno il barile batte il record del prezzo del petrolio da cui siamo spaventosamente dipendenti. Quindi le nostre cifre, che hanno sempre preceduto quelle degli altri, sono sempre veritiere", ha detto Montezemolo, all'uscita dal direttivo di Confindustria, commentando i dati odierni.

Alla domanda dei cronisti se veda un rischio recessione nel nostro Paese, Montezemolo ha poi risposto: "Penso e spero di no".