Francia Pmi, rallenta ritmo contrazione

mercoledì 1 aprile 2009 10:08
 

PARIGI, 1 aprile (Reuters) - L'indice Pmi sul settore manifatturiero francese continua a indicare a marzo una contrazione in atto, ma più lenta rispetto al mese precedente.

La situazione resta comunque altamente fragile, caratterizzandosi per un calo della domanda e per il taglio di posti di lavoro deciso dalle aziende.

L'indagine, compilata da Markit e Cdaf, segnala per il periodo sotto osservazione, una lettura finale in rialzo a 36,5, rispetto al 34,8 di febbraio e alle precedenti stime flash a 36,3.

Il consensus degli analisti puntava su un aumento più ridotto a 36,3.

Il dato è tuttavia ben al di sotto della soglia di 50 che divide crescita e contrazione.

"Nonostante produzione e nuovi ordini siano scesi a un ritmo più lento a marzo, i dati Pmi indicano ancora una forte debolezza del settore manifatturiero francese, che va di pari passo con il persistere del calo della domanda", commenta Jack Kennedy, economista di Markit Economics.

Tra le singole componenti in rialzo anche l'indice sui nuovi ordini, salito a 34,3 da 30,1 che segna tuttavia il decimo mese consecutivo di contrazione.

Scende invece a 36.2 da 36,6 l'indice sull'occupazione.