Produzione, Montezemolo: pesa congiuntura, servono riforme

lunedì 11 febbraio 2008 15:49
 

GROTTAGLIE, Taranto (Reuters) - Il calo della produzione industriale italiana nel mese di dicembre è indice della congiuntura negativa che sta attraversando l'economia.

Lo ha detto il presidente di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo commentando con i cronisti i dati diffusi oggi dall'Istat, che hanno visto la produzione industriale scendere ai minimi del 2001 nell'ultimo mese dell'anno.

"Purtroppo noi stiamo dicendo da tempo che questa crescita si è basata sull'impresa e chi lavora nell'impresa. La congiuntura internazionale già da novembre dava segnali forti e purtroppo questi grandi turbamenti finanziari sono molto negativi sulla crescita e sulla situazione economica generale, soprattutto per chi come le imprese non vivono nei salotti della speculazione e in quelli ovattati della finanza", ha detto Montezemolo.

"Ancora una volta noi paghiamo perché se molla un po' la Germania noi paghiamo per non aver fatto le riforme e quindi lo sentiamo ancora più degli altri. Abbiamo bisogno di fare coraggiose riforme per essere competitivi. Malgrado questo, se guardiamo l'export abbiamo superato la Germania nel 2007 e a maggior ragione ci vogliono grandi riforme per rendere l'economia italiana più forte, più in grado di sopportare queste crisi, riforme che andavano fatte quando l'economia tirava", ha aggiunto.

 
<p>Il presidente di Confindustria e di Fiat Luca Cordero di Montezemolo in una foto d'archivio. REUTERS/Arnd Wiegmann</p>