Usa, pressioni sui consumatori, inflazione resta alta - Pimco

giovedì 10 aprile 2008 15:25
 

NEW YORK, 10 aprile (Reuters) - Per Mohamed El-Erian, co-amministratore delegato di Pacific Investment Management Co, le pressioni inflazionistiche probabilmente resteranno elevate per altri quattro o cinque anni.

In un intervento a Cnbc, il manager del maggior fondo obbligazionario mondiale ha detto anche che la Federal Reserve potrebbe smettere di abbassare i tassi di interesse, una volta portato il tasso Fed fund al 2%, se "otterrà quello che vuole".

Quello che la Fed vuole, ha proseguito, è che la crisi del credito che ha colpito i mercati finanziari a partire dall'estate scorsa resti sostanzialmente confinata al settore dei servizi finanziari.

I Fed fund sono attualmente al 2,25% rispetto al 5,25% di settembre. Dalla riunione del Fomc in agenda per questo mese gli investitori si aspettano un taglio di almeno un quarto di punto.

Sul fronte dei consumi, El-Erian legge il miglioramento delle prospettive di utili di Wal-Mart (WMT.N: Quotazione) come il segnale di pressioni sui consumatori Usa, che in periodi di maggiori difficoltà economiche fanno più acquisti in catene di discount, come appunto Wal-Mart.

Oggi il gruppo della grande distribuzione ha alzato le sue stime di utile per il primo trimestre dell'esercizio fiscale e prevede per aprile una crescita delle vendite tra l'1% e il 3% nei punti vendita aperti da almeno un anno.

Il manager di Pimco ha inoltre affrontato il tema della flessione del mercato immobiliare e di quello azionario, per cui il fondo è "vicino, ma ancora non ci siamo arrivati".

Secondo El-Erian ci sono segnali di una certa stabilità sia sul mercato immobiliare che su quello azionario, ma ci sono ancora pressioni.