Usa verso recessione, prospettive deboli - Fmi

mercoledì 9 aprile 2008 15:21
 

WASHINGTON, 9 aprile (Reuters) - Gli Stati Uniti sono diretti verso la recessione quest'anno, con un calo senza precedenti del settore immobiliare, ha detto oggi il Fondo monetario internaizonale.

Secondo il Fmi la crescita della produzione nazionale Usa scivolerà da un 2,2% del 2007 a 0,5% nel 2008 e 0,6% nel 2009.

Le stime sono più pessimistiche di quelle contenute nel rapporto sul bilancio dell'amministrazione Bush.

"Lo scenario di base per l'economia Usa implica un calo del 14-22% nel prezzo delle case nel corso del 2007-2008 - un calo senza precedenti per gli Stati Uniti" dice il Fmi.

Secondo il Fondo inoltre, un forte commercio intracontinentale ha isolato l'Asia dal rallentamento globale.

Il Giappone vedrà tuttavia nel 2008 un rallentamento della crescita all'1,4% dal 2,1% del 2007. Per il 2009 le stime sono di 1,5%.

La Cina dovrebbe crescere del 9,3% nel 2008 e l'India del 7,9%.

La crescita mondiale è invece vista in rallentamento al 3,7% nel 2008 e al 3,8% nel 2009. Il Fondo vede inoltre il 25% di possibilità di una recessione mondiale se la crescita dovesse rallentare al 3% nel 2008-09.