Cina, governo interviene per frenare aumento dei prezzi

mercoledì 9 gennaio 2008 11:56
 

PECHINO, 9 gennaio (Reuters) - Le autorità cinesi hanno annunciato di voler intervenire per frenare i rincari dei prezzi dei beni di prima necessità, mostrando preoccupazione per l'aumento dell'inflazione.

La Cina sta infatti facendo i conti in questo periodo con il più forte incremento dell'inflazione registrato negli ultimi 11 anni, sulla spinta soprattutto dei rincari dei generi alimentari. In passato forti balzi dell'inflazione sono stati alla base di un fermento sociale.

Con effetto immediato, i produttori al di sopra di determinate dimensioni dovranno ottenere l'autorizzazione del governo prima di introdurre rincari dei prezzi, ha stabilito il Consiglio di Stato, guidato dal premier Wen Jiabao.

"Aumenteremo il controllo sui prezzi di importanza vitale e in linea con quanto stabilito dalla Legge sui prezzi, le misure di carattere temporaneo avranno effetto da adesso", si legge nel verbale dell'incontro del Consiglio pubblicato sul sito dell'esecutivo cinese.

Il governo non ha specificato quali generi di prima necessità sono interessati dal provvedimento, che avrà in ogni caso effetto sui generi alimentari e l'olio. Anche la durata delle misure non è stata specificata.

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Cina, governo interviene per frenare aumento dei prezzi | Notizie | Macroeconomia | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    19,741.75
    -0.54%
  • FTSE Italia All-Share Index
    21,860.79
    -0.53%
  • Euronext 100
    976.53
    +0.00%