PUNTO 1 - Consumi, primo calo spesa reale famiglie da 2002-Istat

martedì 8 luglio 2008 13:01
 

(aggiorna con dettagli)

ROMA, 8 luglio (Reuters) - Nel 2007 in consumi reali delle famiglie italiane sono diminuiti, per la prima volta in cinque anni. La spesa media mensile per famiglia lo scorso anno è stata di 2.480 euro mensili, 19 euro in più rispetto al 2006, ma a fronte di un aumento nominale dei consumi dello 0,8% tendenziale, l'inflazione è aumentata dell'1,8%.

Lo ha reso noto l'Istat, precisando che "c'è stato un decremento reale della spesa. Mentre negli altri anni i consumi almeno erano fermi, ora stanno calando".

Dei 2.480 euro spesi in media dalle famiglie ogni mese, 466 euro sono destinati al consumo di generi alimentari, sostanzialmente stabile rispetto al 2006 (467 euro), ma secondo l'Istat questo è dovuto alle strategie di risparmio messe in atto dalle famiglie, che limitano gli acquisti o scelgono prodotti di qualità inferiore rispetto all'anno precedente, soprattutto nel caso di pesce (47,4%), carne (45,3%) e frutta (43,2%). In aumento le famiglie che comprano prodotti negli hard discount (dall'8,6% del 2006 al 9,7% nel 2007). Un fenomeno, rileva l'Istat, che attraversa il Paese da Nord a Sud.

Tra i beni non alimentari diminuisce il consumo di combustibili e energia (dal 5% al 4,7%), ma secondo Istat questo è dovuto a un inverno meno rigido. In calo anche la quota di spesa per abbigliamento e calzature (dal 6,4% al 6,3%), arredamento e elettrodomestici per la casa (dal 5,9% al 5,7%). Cresce invece la spesa destinata alla sanità, dal 3,5% al 4%, secondo Istat dovuta in alcune regioni all'aumento del ticket sanitario, e quella per l'abitazione dal 26% al 26,7%. Tra le Regioni, il Veneto è quella con la spesa media mensile più alta (3.047 euro), seguita dalla Lombardia (2.896 euro), mentre la Sicilia, con 1.764 euro mensili, è la Regione con la spesa più bassa.