7 febbraio 2008 / 15:11 / 10 anni fa

PUNTO 1-Salari, subito taglio tasse in dl Milleproroghe-Sinistra

(aggiunge background su extragettito in coda)

ROMA, 7 febbraio (Reuters) - La Sinistra radicale vuole presentare un emendamento al decreto legge Milleproroghe per destinare fino a 6 miliardi di extragettito a sostegno dei redditi da lavoro dipendente.

Lo ha detto Giuseppe Sgobio, dei Comunisti italiani, precisando che l'intervento sarebbe in linea con quanto prevede la Finanziaria 2008.

"Le maggiori entrate devono essere destinate alla riduzione delle tasse ai lavoratori dipendenti, come dice la Finanziaria. Si potrebbe intervenire da subito con 5-6 miliardi", ha detto Sgobio.

L'emendamento potrebbe rimandare a un decreto della presidenza del Consiglio dei ministri, da varare in aprile dopo la presentazione della trimestrale di cassa.

Natale Ripamonti, vicepresidente del gruppo Verdi-Pdci al Senato, chiede che l'emendamento venga votato sia dalle forze di centrosinistra che dai partiti di centrodestra, come già chiesto ieri anche dal segretario del Pd Walter Veltroni.

"L'extragettito deve ridurre le tasse sul lavoro come richieste dalle organizzazioni Sindacali e dai lavoratori dipendenti. Una tale decisione che trova il consenso molto ampio nel Paese può essere votata in modo bipartisan in Parlamento, e i gruppi parlamentari che non lo faranno avranno la possibilità di spiegare le ragioni in campagna elettorale", ha detto Ripamonti in una nota.

"E gli elettori decideranno di conseguenza e con responsabilità maggiore", conclude il senatore.

Il decreto Milleproroghe sarà esaminato dall'aula della Camera a partire dal 19 febbraio e martedì prossimo 12 febbraio sarà all'esame del comitato dei Nove della commissione Bilancio.

Forte dei buoni dati sul gettito fiscale, che ha continuato a crescere anche nel 2007, il governo Prodi contava prima della crisi di allestire un piano per ridurre la pressione fiscale sui redditi da lavoro dipendente, soprattutto quelli medio-bassi.

Il sindacato preme per un intervento pari a un punto di Pil, circa 15 miliardi. Il governo, per non compromettere la tenuta dei conti pubblici, puntava invece su un intervento smalmato su più anni, un triennio probabilmente, destinando nel 2007 risorse per almeno 4-5 anni.

Qualche informazione più dettagliata sulle risorse a disposizione si saprà con la trimestrale di cassa di marzo.

Stamani il Sole 24 Ore scrive che l'extragettito del 2008 non raggiungerebbe i 2 miliardi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below