Zona euro, Juncker: non si può parlare di recessione

lunedì 7 aprile 2008 19:04
 

BRUXELLES (Reuters) - Non si può parlare di recessione nella zona euro, a differenza degli Stati Uniti.

Lo ha detto il presidente dell'Eurogruppo, Jean-Claude Juncker pur ribadendo che le prospettive di crescita nella zona euro stanno peggiorando e che le previsioni della Commissione per il 2008 saranno riviste al ribasso e quelle per l'inflazione al rialzo.

"Quando la Commissione europea pubblicherà le sue previsioni ..verso la fine di aprile, ci sarà una correzione al ribasso per la crescita del 2008 e al rialzo per l'inflazione" ha detto Juncker durante una testimonianza davanti al Comitato economico del parlamento Europeo.

"Tuttavia nonostante questi rischi .. i fondamentali economici per l'intera zona euro restano solidi. Nella zona euro c'è un rallentamento, non possiamo davvero parlare di nulla in più di questo".

Proprio dell'inflazione Juncker si dice preoccupato auspicando che gli incrementi salariali siano compatibili con i rialzi di produttività.

I ministri delle finanze della zona euro - aggiunge - raccomandano moderazione nei rinnovi salariali e dice che non si vogliono effetti di secondo livello sull'inflazione. In particolare gli altri paesi non dovrebbero seguire l'esempio del rialzo chiesto dal pubblico impiego in Germania.