Consumi in gennaio -1,1% su 2007,minimo da tre anni, dice Icc

venerdì 7 marzo 2008 12:28
 

ROMA (Reuters) - L'Indicatore dei consumi Confcommercio (Icc) segnala a gennaio 2008, per il terzo mese consecutivo, una flessione annua dell'1,1%, dato peggiore degli ultimi tre anni e maggiore variazione negativa dopo il -0,9% di novembre e il -0,8% di dicembre 2007.

Lo si legge sul sito di Confcommercio.

Il dato di gennaio dell'ICC continua a riflettere un'evoluzione negativa della domanda di beni (-2,5% in quantità rispetto all'analogo mese del 2007) a cui si contrappone una crescita per i servizi (+2,1%).

Il protrarsi delle tensioni sui beni alimentari e sugli energetici ha determinato una ulteriore accelerazione, soprattutto per la componente relativa ai beni (+3,1%), mentre per i servizi la crescita risulta molto più contenuta (+1,1%).

La domanda relativa ai beni e servizi per le comunicazioni si è confermata, anche a gennaio, la componente più dinamica della spesa reale delle famiglie, con una variazione dei volumi acquistati del +7,7% (5,3% a dicembre).

Il deterioramento in atto sul versante della domanda per consumi da parte delle famiglie è confermato dalla riduzione dello 0,6% registrata in termini congiunturali dall'Icc nel mese di gennaio. Il dato è sintesi di una flessione dello 0,7% per i beni e dello 0,2% per i servizi. La riduzione della domanda registrata rispetto a dicembre risulta sostanzialmente diffusa per i beni e servizi considerati nell'Icc segnalando valori particolarmente negativi per il comparto della mobilità (-3,7%). In controtendenza con le dinamiche registrate in termini tendenziali gli alimentari ed i tabacchi registrano rispetto a dicembre una moderata crescita (+0,5), la prima dopo quattro mesi di pesanti riduzioni.

 
<p>La cassa di un supermercato. REUTERS PICTURE</p>